Covid, Bozza DL: ecco la sintesi dei provvedimenti approvati dal CdM


Sintesi dei provvedimenti più rilevanti

  1. obbligo vaccinale per gli over 50 per tutelare «la salute pubblica e per mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione delle prestazioni di cura e assistenza». L’obbligo vale fino al 15 giugno, salvo casi di «accertato pericolo per la salute», attestati dal medico di medicina generale o dal medico vaccinatore. Le misure, quindi, si riferiscono a circa 2.300.000 persone. I dati raccolti da Lab24 del Sole24 Ore riportano che "nella fascia anagrafica 50-59 anni le persone che non hanno ricevuta alcuna dose di vaccino sono poco più di un milione (1.070.076), in quella tra 60 e 69 sono oltre 650mila (651.864), nella fascia 70-79 sono 391.533 e tra gli over 80 sono oltre 185mila (185.568)."

  2. lavoratori pubblici e privati, dal 14 febbraio saranno tenuti ad esibire il Super Green pass, che si ottiene con il vaccino o con la guarigione dal Covid. Chi trasgredisce, pur conservando il posto, sarà considerato assente ingiustificato e non riceverà lo stipendio. Non ci saranno sanzioni disciplinari.

  3. sanzione amministrativa tra 600 e 1500 euro per chi accede al luogo di lavoro senza certificato che attesti vaccino o guarigione. Tutte le imprese, senza eccezioni sul numero complessivo di dipendenti, potranno sostituire i lavoratori sospesi perché sprovvisti di certificazione verde. La sostituzione rimane di dieci giorni rinnovabili fino al 31 marzo 2022.

  4. l’accesso ai servizi alla persona, ai negozi, alle banche e gli uffici pubblici sarà possibile con il Green pass base, quello che si ottiene anche con il tampone, oltre che per vaccino o guarigione.

  5. Scuole elementari: con un solo contagio, la classe resta in presenza con testing di verifica. Con due contagi scatta la Dad;

  6. Scuole superiori: Dad solo al quarto caso in classe, mentre con tre casi solo i vaccinati resterebbero in presenza e comunque monitorati (Dad per i non vaccinati). Fino a due casi è prevista autosorveglianza per tutti e utilizzo Ffp2.

  7. Smart Working: circolare a firma dei ministri Brunetti (P.A.) e Orlando (Lavoro) per sensibilizzare le amministrazioni pubbliche e i datori di lavoro privati a usare pienamente gli strumenti di flessibilità che le discipline di settore già consentono sul ricorso allo smart working.

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti